Richiesta veloce

 

Musei in Merano e dintorni

Museo Civico di Merano
Inaugurato nell'ottobre del 1900, il Museo Civico, che ora si trova nell'antica locanda Aquila Rossa, nel centro di Merano, ha acquisito i pezzi più pregiati della sua raccolta rilevando la collezione del suo fondatore Franz Innerhofer (1847-1918), nella quale spiccano alcune opere di grande valore come sculture gotiche e dipinti barocchi dei maestri tirolesi. Oltre a queste opere famose, che riscuotono ammirazione anche oltre confine, il museo vanta anche una collezione di rilevanza storico-culturale, con reperti preistorici della Val Venosta e della Val Passiria, minerali, manufatti di artigianato artistico di Merano e dintorni nonché dipinti di pittori meranesi del XIX e XX secolo.

Castello Principesco Merano
Camere nuziali, antiche stufe e la vita nel tardo Medioevo vi aspettano nel Castello Principesco.
Nel 1470 l’arciduca Sigismondo d’Austria fece costruire ai piedi del Monte Benedetto e nei pressi dei Portici il Castello Principesco per farne la sua residenza cittadina. Per molti anni il castello serviva come sede amministrativa a conti ed imperatori, oggi ospita un museo.
Con le sue camere nuziali e le originali “stube” offre una preziosa occasione per studiare abitudini e modi di vita del tardo Medioevo. Antiche stufe di maiolica, affreschi, strumenti musicali ed armi fanno rivivere i fasti di un’epoca da tempo tramontata.

Museo delle Donne
Al numero 2 di Via Mainardo a Merano si trova un museo, dedicato esclusivamente alla donna, alla sua vita quotidiana, i suoi ideali di bellezza e al suo mondo di lavoro.
Il museo è stato fondato da Evelyn Ortner (1944-1997). Già da giovane Evelyn Ortner raccoglieva oggetti della vita di ogni giorno. Ha aperto un negozio second hand “Petersilie” e grazie al suo lavoro si completava la sua collezione privata. Su sei stanze sono esposti abbigliamenti, accessori e oggetti quotidiani femminili, che raccontano la storia della donna negli ultimi 200 anni.
L’esposizione permanente, la quale viene rinnovata ogni due/tre anni, racconta la storia della donna attraverso esempi. Gli oggetti esposti sono oggetti di lavoro, formano un quadro dell’epoca eccellente per capire il mondo della donna.

Museo ebraico e sinagoga
Questo museo ci racconta delle origini della comunità ebraica di Merano.
Sapevate che fossero soprattutto dei medici ebrei a scoprire l’acqua meranese e il suo potere curativo? E che fossero loro ad assistere alla prima cura dell’uva offerta agli stranieri? Tutto questo accadde alla fine del XIX secolo, quando la comunità ebraica di Merano fu particolarmente attiva.
Diverse opere architettoniche vennero costruite, un cimitero ebraico, alberghi kosher, una sinagoga ed un sanatorio. Ed è proprio nella sinagoga che oggigiorno si trova il museo ebraico.

Museo del vino Castel Rametz
Nella città di Merano, il museo privato presso Castel Remetz vi farà imparare molto sulla viticoltura
Castel Remetz, circondato da meravigliosi vigneti, si trova si una collina morenica a Maia Alta. Qui c’è tutto quello che si possa desiderare: clima mediterraneo, suolo ricco di acqua, e grazie alle meravigliose montagne che circondano la zona, si è anche protetti dal fastidioso vento. Consapevoli di questo i proprietari del castello, la famiglia Schmid, ha deciso di coltivare a vigneto i 10 ettari di terreno circostante il castello. Questo piccolo angolo di paradiso comprende anche un museo, dedicato alla viticoltura ed istituito nel 1980 nelle cantine di Castel Rametz.
Attrezzi ed utensili per la coltivazione del terreno, per la vendemmia, la vinificazione ed il trasporto sono esposti in 4 ampie sale del museo, attrezzatura che nel tempo è stata dimenticata e che mostra come l’uva veniva trasformata in vino. Oltre a questi utensili, sono presenti anche antiche attrezzature per la coltivazione del grano e per la lotta ai parassiti. Nel 2007 il Museo del vino è stato ampliato con immagini ed antichi attrezzi che vi faranno scoprire come viene prodotto lo speck.
La visita al museo inizia con una passeggiata tra i vigneti con relativa spiegazione dei vari lavori che vengono eseguiti durante l’anno tra le vigne. Dopodiché si prosegue visitando l’antica cantina del 18 secolo. La visita termina presso la moderna cantina con degustazione di vino e speck.
Castel Remetz inoltre include una enoteca ed un ristorante.

Touriseum - Museo provinciale del Turismo - Castel Trauttmansdorff
Un tempo residenza estiva dell’imperatrice Elisabetta d’Austria, meglio nota come Sissi, Castel Trauttmansdorff oggi ospita il Touriseum, il Museo provinciale del Turismo, il primo in tutto l’arco alpino specializzato nella storia del turismo. Il Touriseum, circondato dallo spettacolare orto botanico di Castel Trauttmansdorff, offre un emozionante viaggio nel tempo alla scoperta dei 200 anni di tradizione turistica del Tirolo, attraverso un percorso arricchito di pannelli illustrati. Il visitatore, proiettato nel passato, rivive l’atmosfera del tempo sia dal punto di vista dei villeggianti sia da quello della popolazione locale.

Museo Etnografico della Val d‘Ultimo – Dentro la storia
Il Museo Etnografico della Val d’Ultimo si trova a San Nicolò e presenta un’interessante panoramica della vita contadina della valle.
Il museo, infatti, conserva interni antichi come stube, affumicatoi, camere da letto, utensili da lavoro, oggetti e arredi che vi portano indietro nel tempo.
Inoltre, il museo riserva un intero settore dedicato alla fauna della Val d’Ultimo.

Museo contadino di Foiana
Il museo espone una grande varietà di attrezzi agricoli e di uso quotidiano che testimoniano la vita contadina dell’età preindustriale.

Castel Tirolo. Museo storico culturale della Provincia di Bolzano
Castel Tirolo, il castello avito dei Conti di Tirolo, è oggi sede del Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano. L’esposizione permanente viene integrata da esposizioni temporanee che cambiano annualmente.
Il museo
Nel tempio ubicato nel Palazzo meridionale, ci immergiamo nel mondo dell’archeologia. Qui vengono tematizzati i reperti rinvenuti nell’arco alpino e che mostrano tracce umane risalenti al VII secolo a.C. Lungo il percorso che si snoda dal dalla Sala degli Imperatori fino al Palazzo orientale troviamo diverse sfaccettature dell’epoca medioevale. Anche la storia della costruzione stessa del castello viene descritta in ogni minimo dettaglio, anche grazie all’ausilio di una simulazione al computer, che sovrappone le diverse fasi di costruzione. Il mastio è dedicato alla storia del XX secolo in cui veniamo a conoscere, tra l’altro, la storia della regione dal 1898 al 1992.
Il castello
Castel Tirolo, la cui prima fase costruttiva risale all’XI secolo, è stato il prestanome per il regno di Tirolo che stava nascendo nel XIII secolo. I ricchi tesori storico-culturali del castello si legano a questi anni di splendore economico e culturale: due portali in marmo con ricche decorazioni nonché la cappella con affreschi del XIV secolo, valgono da soli la visita.
Oltre al vasto areale del museo provinciale, i reperti archeologici e le mostre interattive, vicino al Castel Tirolo si trova un Centro di recupero dell’avifauna, che offre giornalmente dimostrazioni di volo.

Museo Passiria- Andreas Hofer
Ospitato nel maso Sand, il museo racconta in forma viva e avvincente la storia di Andreas Hofer, l’eroe popolare tirolese. La nuova mostra permanente “Eroi & Noi” riflette su eroi odierni. Il museo all’aperto illustra la vita contadina.

Museo provinciale delle miniere - Mondo delle miniere Ridanna Monteneve
Monteneve è la miniera di estrazione di argento, piombo e zinco dell’area alpina che vanta la storia più lunga. L’impianto minerario è quasi interamente ben conservato. Unico è lo sguardo offerto sugli 800 anni di storia della miniera dalla galleria dimostrativa, le mulattiere, i piani inclinati di frenaggio, i depositi, i vagoncini su rotaia tirati da cavalli, la teleferica e l’abitazione dei minatori. Le macchine ancora funzionanti dell’impian to di arricchimento del minerale estratto mostrano il complesso procedimento di separazione del minerale. Un vario programma di visite guidate offre una visione autentica del mondo delle miniere.

 


Condividi e stampa:

Valutazione Hotel

OK

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa